L'Assemblea dei Soci

 

assemblea_soci

L’Assemblea dei Soci esprime il momento fondamentale della stretta relazione fra i soci e la Banca. Ogni anno ciascun Socio è chiamato a partecipare attivamente ai processi decisionali attraverso l’esercizio del proprio diritto di voto in Assemblea.

La caratteristica fondamentale e distintiva delle società cooperative, nella logica di applicare i principi morali ed etici di uguaglianza, è quella di privilegiare il valore delle persone più che del capitale da esse apportato. Per questo, vige il principio "una testa un voto" che allinea ‘il peso’ di ciascun Socio nelle decisioni assembleari.

Ogni anno i Soci sono chiamati ad approvare il bilancio d’esercizio, che viene presentato pubblicamente durante l’Assemblea e, con cadenza triennale, a votare i membri del Consiglio di Amministrazione, del Collegio Sindacale e del Collegio dei Probiviri, nonché tutte le altre tematiche riguardanti la definizione degli orientamenti principali della Banca.

L’Assemblea dei Soci viene convocata dal Consiglio di Amministrazione una volta all’anno, entro 120 giorni dalla chiusura dell’esercizio precedente. Possono intervenire tutti i soci iscritti nell’apposito “Libro dei Soci”, ma hanno diritto di voto solo coloro che sono iscritti in detto libro da almeno 90 giorni.
Il Socio impossibilitato ad intervenire può rilasciare ad altro socio delega scritta per farsi rappresentare, infatti, l’Assemblea costituisce l’universalità dei soci e le sue deliberazioni obbligano anche i Soci non intervenuti (o dissenzienti).

Tutto l’iter assembleare viene dettagliatamente sancito dallo Statuto Sociale della Banca, che è il documento normativo fondamentale e dal Regolamento Elettorale.