Prima pagina
12/02/2009
Parliamo di incentivi

Per incentivare i consumi il DECRETO-LEGGE 10 febbraio 2009, n. 5 propone misure (circa 2 miliardi di euro) a favore di auto, veicoli commerciali leggeri, motocicli, arredamento, elettrodomestici, impianti a Gpl o metano, acquisto di auto ecologiche ed installazione di dispositivi antiparticolato sui mezzi pubblici. Ultima novità sono gli incentivi per acquistare computer e tv previa ristrutturazione della casa.

In particolare:

- Auto ecologiche (articolo 1, commi 3, 6 e 8): incentivi di 1.500 euro per l'acquisto di auto ecologiche (auto a metano, elettriche e a idrogeno con emissioni non superiori a 120 g/km di Co2) senza rottamazione. Il contributo è cumulabile con quello previsto per la rottamazione. 

- Compensazioni da credito d'imposta sotto forma di sconti sul prezzo di vendita di un bene o servizio (articolo 1, comma 10): costituisce un vero e proprio rimborso di somme anticipate per conto dello Stato l'utilizzo in compensazione degli importi corrispondenti agli sconti effettuati agli utenti e consumatori finali.

- Contributo per impianti a Gpl e a metano (articolo 1, comma 7): sale a 500 euro l'ammontare per l'installazione di impianti a Gpl e a 650 euro per l'installazione di quelli a metano per favorire coloro che desiderano trasformare l'auto da motore a benzina verso alimentazioni a basso impatto ambientale.

- Credito al consumo (articolo 6): come previsto dal decreto anti-crisi, per favorire lo sviluppo del credito al consumo, verranno fissate le modalità di intervento di Sace spa (società assicurativa) atte a garantire e agevolare la concessione del finanziamento.

- Detrazioni fiscali per mobili ed elettrodomestici (articolo 2): è stata introdotta la detrazione per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici ad alta efficienza energetica, compresi computer e tv. La detrazione è valida solo se l'acquisto è legato a interventi di recupero del patrimonio edilizio.

- Incentivi per le due ruote (articolo 1, commi 5, 6 e 8): incentivo di 500 euro per la rottamazione di motocicli o ciclomotori Euro 0 o Euro 1 per acquistarne un motociclo nuovo Euro 3, fino a 400 di cilindrata.

- Mezzi pubblici più verdi (articolo 1, commi da 11 a 17): finanziamento per l'installazione di filtri antiparticolato sui mezzi del trasporto pubblico di categoria N3 e M3 di classe Euro 0, Euro 1 o Euro 2 di proprietà di aziende che svolgono servizi di pubblica utilità. Finanziamento straordinario di 11 milioni di euro ai quali se ne aggiungeranno 44 recuperati dal maggior gettito Iva.

- Rottamazione auto (articolo 1, commi 1, 6 e 8): contributo previsto di 1.500 euro a fronte della rottamazione di auto Euro 0, Euro 1 o Euro 2 immatricolate fino al 31 dicembre 1999, a patto che si acquisti una vettura Euro 4 o Euro 5.

- Rottamazione autocarri e autocaravan (articolo 1, commi 2, 6 e 8): per autoveicoli per trasporto promiscuo, autocarri leggeri entro le 3,5 tonnellate, autoveicoli per trasporti specifici, autoveicoli per uso speciale e autocaravan contributo di 2.500 euro per l'acquisto di veicoli nuovi Euro 4 ed Euro 5 a fronte della contestuale rottamazione di veicoli Euro 0, Euro 1 ed Euro 2 immatricolati prima del 31 dicembre 1999.

- Rottamazione veicoli commerciali leggeri (articolo 1, commi 4, 6 e 8): è di 4 mila euro l'incentivo previsto per l'acquisto di veicoli commerciali leggeri fino a 3,5 tonnellate omologati dal costruttore per la circolazione mediante alimentazione esclusiva o doppia con gas metano.