Prima pagina
03/12/2008
Provvedimento anticrisi
Il provvedimento "Anticrisi", varato il 28 novembre 2008 dal Consiglio dei Ministri, con riferimento ai mutui prima casa prevede che, a far data 1° gennaio 2009, l’importo della rata a tasso variabile verrà calcolata con riferimento al maggiore tra il tasso al 4% (senza spread e spese accessorie) e il tasso pattuito alla data di stipula. Questo significa che lo Stato si accollerà la parte eccedente. Per rate di importo inferiore il provvedimento non viene considerato. Si precisa inoltre che il provvedimento Anticrisi sarà applicabile ai mutui per l'acquisto, la costruzione e la ristrutturazione della prima casa, sottoscritti da persone fisiche fino al 31 ottobre 2008 e ai mutui rinegoziati entro la stessa data, in applicazione della legge 126/2008.
Per i mutui che verranno stipulati dal 1°gennaio 2009, il tasso base, sul quale calcolare lo spread, sarà costituito dal tasso BCE.
Il decreto non è ancora attuativo, Credicoop provvederà a tenere informata la propria clientela sull'evolversi della situazione.