Prima pagina
15/10/2008
Lettera aperta del Presidente

Signori Soci e Clienti,

la crisi finanziaria che sta investendo in questo momento il sistema economico in generale e quello bancario in particolare ci induce a scrivere questa “lettera aperta” che, omettendo la genesi del problema (riteniamo nota a tutti in quanto esaustivamente trattata dai mezzi di comunicazione), intende invece fornire un quadro degli effetti sulla nostra banca.

Innanzitutto pare opportuno precisare che la B.C.C. di Cernusco sul Naviglio non detiene tra i propri investimenti partecipazioni azionarie in società in stato di crisi, né strumenti finanziari (derivati o conseguenti ad operazioni di cartolarizzazione) emessi da altre istituzioni finanziarie o da società private.

Allo stato, gli investimenti della Banca sono per la stragrande maggioranza allocati in titoli emessi dallo Stato Italiano (peraltro con una durata finanziaria residua inferiore ai sei mesi) o da società appartenenti al sistema del Credito Cooperativo, mantenendo nel contempo un buon livello di liquidità.

Questa struttura o impostazione strategica degli investimenti è stata determinata, già dall’inizio del corrente anno, dal Consiglio di Amministrazione (quindi ben prima di quando ha avuto luogo l’attuale situazione di crisi) e ci permette oggi di conservare una estrema tranquillità rispetto alla prospettiva di garantire la regolare operatività della Banca.

Inoltre, la situazione di Credicoop si presenta proporzionatamente adeguata anche sotto il profilo del rapporto esistente tra il credito concesso alla clientela ed il risparmio affidatoci dai depositanti.

Il rapporto tra questi due valori si attesta attualmente intorno ad un 80%, consentendoci in questo modo di usufruire di un livello di liquidità adeguato ai bisogni che la gestione ordinaria della banca richiede, con margini sufficienti anche a far fronte in autonomia ad occasionali circostanze di natura straordinaria.

Questa condizione di tranquillità relativa di cui al momento godiamo non permette comunque di adagiarsi sugli allori, anzi riteniamo che la situazione contingente possa rappresentare per Credicoop una opportunità di ulteriore sviluppo.

Siamo infatti consci che, nell’ambito di come si sta trasformando la situazione generale, si stanno creando condizioni positive in funzione delle quali stiamo lavorando attraverso l’impostazione di una organizzazione del lavoro adeguata a seguire l’evoluzione dei bisogni della nostra clientela.

Infine, riguardo al tema nodale della comunicazione, è nostra intenzione sviluppare maggiormente il processo di diffusione delle informazioni circa lo sviluppo di questa delicata fase congiunturale, utilizzando a questo fine tutti i canali più diretti e continui di contatto a nostra disposizione per mantenere aperto un dialogo con tutti i nostri “portatori di interessi” (soci e clienti).

A partire dal nuovo sito internet di recente ristrutturato (www.credicoop.it), dove saranno riportate notizie ed informative sulla situazione aziendale, ma anche attraverso la convocazione a breve di una conferenza stampa e l’organizzazione di riunioni; il tutto per mantenere aperta una rete di informazioni attraverso la quale fornire notizie utili a comprovare la situazione di assoluta tranquillità e stabilità di cui al momento la Banca gode.

Cordialmente.

Giuseppe Milan
Presidente Credicoop Cernusco sul Naviglio