Prima pagina
30/09/2008
Fallisce il piano del Governo USA
Il crollo del piano messo a punto dall’America, che avrebbe permesso al Tesoro di rilevare gli assets legati ai mutui per risolvere il mercato del credito e che era visto decisivo per salvaguardare l’economia americana da una recessione, ha affondato Wall Street. Lo S&P 500 lascia sul terreno l’8,8 % registrando la maggior battuta d’arresto giornaliera dal 1987. Il Dow Jones arretra di quasi 800 punti (-777,68 punti), segnando la maggior perdita in termini di punti della storia (-6,98%). Il Nasdaq cede quasi 200 punti (-199,61 punti) mettendo a segno il maggior calo dal maggio 2000 (-9,14%). Male anche le borse asiatiche con il Nikkei che ha chiuso la seduta in calo del 4,12% i minimi dal giugno 2005.