Prima pagina
27/08/2008
Convenzione ABI e MEF
Credicoop ha aderito alla convenzione tra ABI e Ministero delle Finanze per l’applicazione delle norme sulla rinegoziazione dei mutui a tasso variabile.
continua

Il decreto legge 93/2008, comunemente conosciuto come decreto Tremonti, ha introdotto una nuova modalità per la rinegoziazione dei mutui a tasso variabile stipulati anteriormente al 29 maggio 2008 e finalizzati all’acquisto dell’abitazione principale.
Il decreto consente il passaggio da una rata variabile ad una rata di importo fisso per un ammontare inferiore rispetto a quanto attualmente pagato.
Si riassumono, nel seguito, i punti salienti della disciplina:

  • a decorrere dalla prima rata in scadenza, successiva al 1° gennaio 2009, la nuova rata verrà sostituita da una di ammontare inferiore, ricalcolata applicando all’importo originario il tasso dato dalla media aritmetica dei tassi del 2006, ovvero, nel caso di mutuo stipulato, accollato o rinegoziato dopo il 31712/2006 , sulla base dei parametri utilizzati per la determinazione della prima rata di ammortamento dopo la stipula, la rinegoziazione o l’accollo;
  • l’importo così calcolato rimane fisso per tutta la durata del mutuo;
  • le rate scadute e non pagate fino alla rinegoziazione vengono riaddebitate;
  • il rimborso deve avvenire sulla base di rate fisse, di importo pari all’ammontare della rata risultante dalla rinegoziazione, comprensive di quota capitale e quota interessi;
  • la durata del rimborso dipenderà dall’ammontare del debito e dal tasso di interesse che verrà applicato;
  • le garanzie già concesse restano valide fino alla totale estinzione.

Credicoop ha aderito alla convenzione tra ABI e Ministero delle Finanze per l’applicazione delle norme sulla rinegoziazione dei mutui.
Per saperne di più clicca qui.
Ulteriori informazioni sulla natura della convenzione, modalità e termini adesione, Vi saranno fornite agli sportelli delle le nostre filiali.